Dan - Yacuba (Costa d'Avorio, Liberia)

La popolazione Dan, conosciuta anche con il nome di Yacuba, vive nella parte occidentale della Costa d'Avorio e in Liberia.

Nella cultura Dan predominante è la società segreta Poro che regola vita religiosa, politica ed educativa della comunità. Nelle cerimonie si usano numerose maschere, utilizzate in contesti differenti; le maschere sono gli spiriti del bush e non i loro rappresentanti.
Numerose nella loro diversità, le maschere Dan sono chiamate Guégo, "maschera testa".
Il termine generale Glé (Gleu nel sud-ovest) indica l'intero personaggio che la indossa. Egli, il Glé, incarna la forza spirituale che vive nella foresta e che vuole partecipare alla vita del villaggio.
Chi indossa la maschera e il suo proprietario godono di uno status molto alto nella gerarchia del villaggio. La loro presenza, durante le cerimonie, risolve i conflitti che non hanno potuto essere risolti dal capo del villaggio. Chi non rispetta le maschere commette un grave crimine contro la sua società e la sua religione.
Le maschere di Dan hanno gerarchie e funzioni differenti durante le cerimonie: alcune sembrano solo intrattenere il pubblico, altre sono mute o possono essere parlanti.
 
La maggioranza parla e canta, le loro voci possono manifestarsi attraverso la musica.
Generalmente costruite in un legno molto duro, sono lucidate con le foglie di un albero simile a carta vetrata e poi tinte di nero con colorante vegetale (lattice, fuliggine ...).
Alcune fonti riportano che le maschere dagli occhi rotondi incarnano uno spirito femminile, gli occhi a fessura uno spirito maschile.
Spesso, per le maschere funerarie la bocca è ampiamente arrotondata in quanto è a maschera che canta le lodi del defunto anche se le maschere funerarie più vecchie hanno una bocca normale o cucita.

Maschera Zakpai, caratterizzata da una banda di colore rosso che copre la zona degli occhi; E' utilizzata per prevenire gli incendi nei campi, durante la stagione secca.

Maschera dai Dan Maou che occupano i territori Dan a nord-ovest. La maschera è caratterizzata da un lungo becco ed è temuta dalla popolazione in quanto ha una funzione giudicante ed è indossata per denunciare chi commette atti di stregoneria e sortilegi.

Maschera Deangle indossata dagli intermediari che tengono i contatti tra il villaggio e l'accampamento dei nuovi iniziati nella foresta.

Maschera Tankagle indossata in ruoli che hanno lo scopo di intrattenere e divertire il pubblico che assiste alla cerimonia.

Maschera Bagle  indossata per intrattenere gli spettatori della cerimonia: mentre le altre maschere danzano, batte i musicisti con un bastone ricurvo e getta oggetti che trova lungo il percorso.